Da Pagano a San Siro

 Lo stadio di Milano: San Siro

“Un urlo che non cogli a fondo, ti taglia un senso vago di infinito, panico”. Così Guccini descrive San Siro e non si può che essere d’accordo con le sue parole: lo stadio Giuseppe Meazza, meglio conosciuto come San Siro, è il più capiente di Italia, con 81.227 posti complessivi, e si staglia, immenso, nel cielo milanese.

Inaugurato nel 1926 col derby Milan-Inter (finito 3 a 6), costò solamente cinque milioni di lire e si affiancò alla costruzione del primo semaforo e della prima stazione radiofonica della città. E’ simpatico ricordare come uno dei due architetti coinvolti, il signor Stacchini, temesse che la passione italiana per il calcio si sarebbe estinta velocemente e che il suo edifico avrebbe quindi perso d’importanza. L’amico Piero Pirelli, l’allora presidente del Milan, lo rassicurò assicurandogli che la fede calcistica non avrebbe lasciato velocemente il cuore degli italiani, e così effettivamente andò. A dimostrarlo basta considerare l’affluenza allo stadio: San Siro è infatti visitato da più di 150.000 persone ogni anno.All’interno è stato costruito nel 1996 un museo calcistico, creato dalla collezione privata di Onorato Arisi, che racconta la storia dell’Inter e del Milan attraverso maglie storiche, coppe, trofei, scarpe e oggetti d’arte.

Il senso di infinito di cui parla il cantautore modenese è ancor più percepibile se si visita lo stadio non durante una partita ma in uno dei tanti tour guidati, immersi nel silenzio assoluto e con le balconate svuotate da tifosi e bandiere colorate: vi sentirete sprofondare in un’atmosfera surreale e magica e capirete esattamente cosa intendeva Guccini.



San Siro, Milano, MI, Italia
Share on Facebook 31 Tweet about this on Twitter 0 Share on Google+ 4 Share on LinkedIn 1 Pin on Pinterest 0 Print this page Email this to someone

Altri punti di interesse nel quartiere