Come descrivere una casa per l'affitto breve: rendi il tuo annuncio perfetto

Share on Facebook31Tweet about this on Twitter0Share on Google+4Share on LinkedIn1Pin on Pinterest0Print this pageEmail this to someone

Come descrivere una casa per l'affitto breve (o l'affitto tradizionale) e perché impegnarsi a farlo bene? Hai investito nel buon vecchio mattone oppure lo zio dall’America ti ha lasciato un appartamento e tu vuoi metterlo in affitto o vuoi venderlo? DESCRIVERE è uno dei tasselli che rendono l’immobile appetibile agli occhi del potenziale inquilino. Quando cerca informazioni, il potenziale inquilino, diventa il lettore più scrupoloso, attento, pignolo e preciso su cui tu ti sia mai imbattuto. L’efficacia della descrizione è tanto alta, quanto meno dettagli verranno tralasciati in essa. Il segreto è puntare tutto sui punti di forza del vostro immobile: fate brillare gli occhi a chi sta leggendo.  Conquistare il lettore è una sfida che inizia e ha il suo culmine sin dalle primissime righe, i dettagli pratici sono molto importanti ma la l’energia sta nelle sensazioni che riuscite a creare con le vostre parole. La descrizione di una casa online, che sia per affittare o per vendere, ha le sue regole e trucchi: vediamoli insieme.

                                               


Aggettivi per descrivere una casa

Gli aggettivi per descrivere una casa si dividono in base all’aspetto che volete prendere in considerazione.

1.  Scelti in base allo spirito della casa, quello che vi colpisce appena varcate l’uscio.

Accogliente, delizioso, splendido, da sogno, incantevole, confortevole, elegante, che regala sapore di casa, raffinato, di charme, grazioso, intimo.

2.  Rispetto all’arredamento di cui è composto l’immobile.

Classico, moderno, vintage, industrial, etnico, eco-chic, boho, shabby chic, contemporaneo, rustico, eclettico.

3.  Scegli questi aggettivi in base alle caratteristiche tecniche.

Ampio, luminoso, spazioso, arioso, funzionale, nuovo, ristrutturato, di design, di lusso.

4.  Secondo la tipologia della casa

Monolocale, bilo/trilocale, loft, attico, open space, mansarda, casa da ringhiera, cascina, seminterrato.

Avrai notato che nella lista degli aggettivi scelti non sono presenti quelli che indicano caratteristiche negative. Nella descrizione cerca di essere il più onesto possibile, scrivi ciò che veramente può rispecchiare la realtà, l’importante non è solo accaparrare l’inquilino, ma anche tenerselo. Certo è che avranno insegnato anche a te a non tirati la zappa sui piedi, quindi se un appartamento è buio per mancanza di finestre indichiamolo, ma cerchiamo sempre di far risaltare quelle che sono le potenzialità del nostro immobile. Nessuno è perfetto: gli appartamenti non fanno eccezione.

Esempio pratico di descrizione di una casa in affitto breve

Nella descrizione di una casa la scelta del titolo è molto importante, componi quest’ultimo inserendo la grandezza dell’immobile, dove si trova e un aggettivo accattivante: ‘Elegante e spazioso bilocale in zona Brera’. Questo ti aiuterà ad attirare l’attenzione e a fare in modo che il tuo annuncio venga letto.

Rendi tutto chiaro, inserisci il numero di posti letto, i metri quadrati e il numero di locali di cui è composta la casa.

Inizia descrivendo in generale l’appartamento, fai in modo che al lettore venga voglia di entrarci, metti in luce tutti gli aspetti positivi e attraenti dell’immobile. Qual è lo stile dell’arredamento? Cosa ti trasmette l’appartamento appena varcata la soglia? Un po’ di sana scrittura emozionale, di quella che ti fa venire voglia di toccare con mano quello che stai leggendo. Un’idea vincente è quella di strutturare un mini tour di tutte le zone della casa, dall’ingresso ai vari locali che la compongono.

Altra componente fondamentale della descrizione è la zona. Hai presente quelle sere in cui ti viene la voglia improvvisa di gelato? Ecco sarebbe utile sapere se scendendo di casa e facendo 200 metri la tua voglia potrebbe essere appagata. Indica supermercati, farmacie, bancomat e tutti i luoghi di interesse che si trovano nelle vicinanze dell’immobile. Se hai provato o conosci un ottimo ristorante, bar, pub o negozio della zona, inseriscilo nella tua descrizione. Anche la più bella delle ville, messa in mezzo al deserto non attirerebbe moltissimo.

                                       

Entriamo nel dettaglio: ma nella camera c’è un letto matrimoniale o due letti singoli? Si possono unire? Quanto è grande l’armadio? L’inquilino può portarsi l’intero guardaroba o deve scegliere se mettere in valigia le scarpe da tennis o quelle con il tacco? Quelle sere in cui si è particolarmente stanchi, ci si può godere un rilassante bagno nella vasca oppure è presente solo il box doccia? Indica tutto ciò che può essere utile a chi passerà del tempo nella tua casa. Lo stesso vale per la cucina e per il soggiorno, non tralasciare niente: indica se c’è un divano letto o divano normale, cucina accessoriata, ampie finestre etc.

                                             

Come descrivere una casa in inglese

 

                        

Sarà capitato anche a te di ricevere una prenotazione dall’estero, o più semplicemente una telefonata in inglese per la richiesta di informazioni, descrivere l’immobile per i nostri inquilini internazionali è essenziale. Ma come fare se non si padroneggia bene la lingua? Niente panico, continua a leggere. La precisione e la presenza di dettagli necessari nella descrizione in italiano è altrettanto importante per la versione inglese, vediamo quindi le principali differenze linguistiche in cui possiamo imbatterci e i vocaboli più utilizzati.

Come indicare i locali in inglese:

-         Monolocale = studio apartment

-         Bilocale = one bedroom apartment

-         Trilocale = two bedroom apartment

In inglese ciò che viene conteggiato per poter indicare la grandezza dell’appartamento sono le camere da letto, quindi fai riferimento a questo per poter informare il lettore in maniera precisa. 

Riprendendo lo schema degli aggettivi scelto sopra, vediamo quelli più utilizzati in lingua inglese.

1.  Cozy, wonderfoul, elegant, quiet, nice, charming, refined, gorgeus, intimate, comfortable

2.  Traditional, modern, vintage, industrial, retro, shabby chic, rustic, casual luxe, urban collective, contemporary

3.  Spacious, bright, functional, new, renovated, design, luxury, wide.

4.  Studio flat, one/two bedroom apartment, loft, attic, open space, penthouse, farmhouse.

Come abbiamo visto nell’esempio pratico, è bene costruire la descrizione secondo uno schema ben organizzato, per non tralasciare nessun dettaglio o particolare. Proprio per questo è utile vedere alcune frasi tipo che puoi utilizzare per la tua descrizione, in base agli aspetti che stai trattando.

Costruisci un titolo accattivante, esattamente come in italiano. Caratterizza l’immobile con un aggettivo e indica posizione e grandezza. Ad esempio:

-         Elegant two rooms apartment in the center of Milan

-         New two rooms apartment next to the metro line Wagner

-         Quiet and comfortable studio apartment in via Washington

Per quanto riguarda i vari locali, come la cucina, il soggiorno o il bagno puoi specificare gli arredi usati, i colori o se è presente qualcosa di particolare. Ad esempio:

-         The day area comes complete with dining table, TV set and air conditioning.

-         The kitchen is modern, fully fitted with oven, washer, microwave oven, dishwasher and fridge with freezer.

-         The air conditioned bedroom is fitted with two single beds, which can be joined to make a double bed.

Questi sono solo dei punti di partenza, su cui poter sviluppare una descrizione.

In qualsiasi lingua tu scriva, inserisci più dettagli possibili e avvicinati quanto più possibile alla realtà. Affianca alla tua descrizione delle belle foto e avrai il tuo annuncio perfetto. Buona scrittura!

Share on Facebook31Tweet about this on Twitter0Share on Google+4Share on LinkedIn1Pin on Pinterest0Print this pageEmail this to someone